27/02/2024

C2 D Fearless:Disco Rosso per Binasco, Aquile salde in testa!
ci sono 0 commenti ci sono state 268 letture

Disco Rosso per Binasco: Aquile salde in testa!

Grande vittoria di squadra delle Fearless Eagles che legittimano il primo posto in classifica e, senza soffrire di vertigini, regolano la valida squadra del Binasco seppur con un punteggio meno largo dell’andata. Mr. Offredi si concede il lusso di giocare senza i suoi gioielli Gala e Gomez, impegnando il fido compagno solo nel doppio e regalando un turno di riposo al colosso svizzero, vacanza spesa egregiamente in un tour eno-gastronomico del centro Europa.

Sull’onda dell’entusiasmo, e su fortissime pressioni della tifoseria al femminile, l’airone romano prende il comando della formazione supportato dall’onnipresente Leuci e dal glabro calabro alla ricerca di riscatto dopo le ultime, deprimenti, prestazioni.

Il risultato finale è frutto di un doppio che inizia a dare qualche conferma in più ma, soprattutto, della conferma che tutti i componenti impegnati hanno portato una vittoria. Il risultato, non scontato, è frutto di lavoro, passione, entusiasmo e compattezza di un gruppo di atleti (?) che sanno di poter costruire qualcosa insieme: l’esempio più bello è quello della partita del furioso calabro in cui ogni punto è voluto e cercato non solo da chi gioca ma anche da tutta la panchina che non smette mai di incitare il compagno, tanta è stata la voglia di condividere una vittoria e lasciarsi alle spalle tutto il resto.

Così, se la prestazione delle prime linee non è stata proprio indimenticabile (merito anche degli avversari) ci hanno pensato i “gregari” Meduri/Offredi a rendere più tranquillo il pomeriggio del Palabovisa aggiungendo un altro tassello alla marcia playoff!

L’epigrafe del maestro Pontiggia, a suggello della vittoria forse non troppo epica, è emblematica: “Non ragioniam di lor, ma guarda e passa”.

Le Pagelle (in rigoroso ordine alfabetico)

Gala voto 7: attenzione al nuovo Gala in formato DD (Doppio-Deluxe) che si ripresenta ai nastri di partenza dopo aver saggiamente digerito le delusioni Bremesi tra una pizza margherita ed una grigliata di carne. Evidentemente a corto di condizione, il guerriero Tarantino si ricorda però di discendere direttamente dagli Spartani e non rinuncia a rimettersi in gioco nonostante i suoi addominali chiedano pietà dopo i continui bagordi settimanali. Casualmente in palla sin dal primo set, viene sorteggiato per l’antidoping a fine partita ma elude i controlli con la consueta astuzia del Sud convincendo Mr. Offredi ad andare al suo posto. TERRA DI PUGLIA!

Leuci voto 6,5: quando il sempreverde Frà Leuci sbaglia la sesta risposta di fila al servizio nel primo set contro Bertana, il Palabovisa osserva un minuto di silenzio. Il Cielo inizia ad oscurarsi, qualcuno fugge altri iniziano a pensare al peggio. Deve intervenire lo storico Mr. Offredi che esclude qualsivoglia fenomeno metafisico e tranquillizza tutti ricordando che un simile evento era già accaduto solo nel 1979 quando il giovane Leuci veniva ancora relegato nell’ultimo tavolo dell’indimenticato Vigorelli dall’ormai amico Pelizzola senza troppi complimenti. Il prossimo evento simile, nel rispetto della legge delle 3 forze, accadrà nel 2069: i playoff sono salvi: UMANO!

Marcolini voto 6,5: dopo una settimana di gloria, copertine patinate, paparazzate alla Milano Fashion week e interviste sui principali settimanali sportivi, l’airone è oggettivamente arrivato scarico all’appuntamento del sabato. Movimenti da moviola anni ’80 e poco pathos nelle partite lo hanno condizionato fino a fargli perdere la retta via pongistica e, nonostante l’incitamento dei compagni,  condannarlo ad un’incomprensibile ed eccessiva settimana di riflessione sulle occasioni perse.  Tuttavia, la sua prestazione può essere ben descritta dalle parole di Cici Cafaro, personaggio saggio ma grottesco, a tratti surreale ma di grande attualità che nella sua taranta più famosa (“Aria Gaddhipulina”) sottolinea con somme parole il perché di ogni sconfitta: Mannaggia la marea, la marea de lu mare
comu te giri giri sempre arrethu l’hai piare”.
SORNIONE!

Meduri voto 7: back – to – back per il pelato Calabro che torna ad assaporare la vittoria dopo due mesi complessi. Come consuetudine, la sua partita è quella con maggiore intensità anche per merito del coriaceo Gadaleta con cui condivide l’uso del malefico puntino. Spronato dall’amico Marcolini e dal vate Leuci, finalmente, gioca con un filo di criterio evitando le scene di suicidio e follia pongistica  che lo hanno reso famoso nel circuito. Ebbro di gioia dopo l‘agognata vittoria,  ha il barlume di lucidità necessario per ricordare a tutti che Mr. Offredi deve entrare in campo e, da amico vero, gli cede il posto: RITROVATO.

Offredi voto 7,5: Il Mister è in netta ripresa ed il suo nome inizia ad echeggiare come spauracchio nelle più recondite palestre della Lombardia. Sabato mette in fila un ottimo doppio e regola senza troppi patemi un troppo arrendevole De Nardi. Non contento, esegue due volte l’antidoping, smonta tutti i tavoli, torna a casa correndo, prepara la cena, lava i piatti, organizza gli allenamenti su 7 tavoli / 3 turni / 50 atleti per la settimana successiva e rivede Blade Runner extended version per la terza volta prima di crollare, con un leggero torcicollo, tra le braccia di Morfeo: CYBORG!


vince