17/12/2023

C2 D 7a g: Fearless Eagles-Pieve Emanuele 6-1
ci sono 0 commenti ci sono state 52 letture

Pieve Emanuele paga dazio, al Palabovisa non si passa!

Senza storia il pomeriggio delle Fearless contro il fanalino di coda del Girone D che, viste le prestazioni, non merita comunque l’attuale posizione in classifica.

I ragazzi di Mr. Offredi, sempre privi del Capitano Meduri e del diplomatico Gala in missione nel Sud Italia per conto della Guida Michelin “Osterie d’Italia 2024”, regolano senza problemi i dirimpettai pavesi con l’ennesimo 6-1 della stagione.  

Sempre sugli scudi l’airone romano cui hanno fatto compagnia i due punti dell’assonnato Gomez, il tassello di un costipato Frà Leuci ed il doppio inedito Gomez/Leuci che difficilmente sarà ripetuto in futuro se non nelle sagre di paese con premi in birra e salsicce.

E’ ormai chiaro agli addetti ai lavori che, da quando la squadra è tornata nelle mani del Capitano Meduri, il ruolino di marcia è decisamente cambiato: il lupacchiotto Marcolini – aspramente criticato dalla stampa locale dopo un paio di prestazioni sotto la media - è stato reintegrato ritrovandosi come giocatore, Gomez è talmente sicuro delle sue prestazioni - dentro e fuori dal campo - da esser più focalizzato sugli addominali che sulla racchetta, Gala rimane tranquillamente in trasferta per settimane e Frà Leuci può anche ammalarsi come non gli succedeva da anni. Tutto ciò in attesa del figliol prodigo Mr. Offredi.

Le Aquile lanciano così un segnale chiaro e lampante sia al Campionato (con due vittorie nelle prossime 3 giornate i playoff sarebbero veramente ad un passo) che al prossimo impegno di Coppa Italia in cui intendono dar battaglia.

Le Pagelle (in rigoroso ordine alfabetico)

Gomez voto 8: Big Jordi è ormai una certezza. Mr. 100% lascia solo le briciole agli avversari che al più possono vantarsi di aver bloccato un top spin o preso un servizio in 3 set. Anche questa volta regala momenti di indicibile e scultorea bellezza quando decide di mettere in bella mostra il fusto villoso da oplita spartano coinvolgendo il folto pubblico del Palabovisa in “olè messicani” che scaldano i cuori dei tifosi. Considerato il poco “pathos” dell’incontro, trova anche il tempo di andare a fare la spesa comprando l’immancabile casco di banane, 2 tavolette di cioccolata e ½ kg di Pasta Rummo da consumare all’amatriciana in segno di amicizia con l’amico Marcolini.  A fine gara completa l’esibizione dei muscoli mettendo in bella mostra quadricipiti e glutei ma la “prova jeans” lo condanna definitivamente. Senza misure.

Leuci voto 7: umano per un giorno, forse solo (speriamo) un pomeriggio.  Frà Leuci, dopo una settimana di febbre gialla tendente all’arancione, nella prima partita è oggettivamente un pugile suonato come Rocky Balboa contro Clubber Lang e, infatti, rimedia un KO nella quarta ripresa. Meriterebbe di rimanere a riposo nella seconda partita, ma, per via dell’amicizia con il Capitano Meduri, torna in campo con un gesto che farebbe solo Tom Sawyer con Huckleberry Finn oppure Frodo con Sam o peggio Harry Potter con Ron Weasley e, ovviamente, torna a vincere. Magia. 

Marcolini voto 8,5: elegante, slanciato, inconfondibile. L’airone romano ha ormai svoltato la stagione lasciandosi alle spalle un inizio zoppicante. Se la prima partita ha fatto poco testo, nella seconda ha annichilito l’avversario senza concedere nulla e con percentuali da extraterrestre, in attacco e difesa.  Il lupacchiotto ha ormai stuoli di ammiratrici che bussano alla porta di casa senza chiedere permesso confidando in un invito a cena, la lettura di un buon libro insieme o anche in un semplice autografo da incorniciare; lui, da ragazzo semplice e morigerato, conferma di andare a letto presto e di non essere interessato, almeno per adesso, a simili attenzioni. Sicurezza


vince