10/12/2021

La D1 Golden passeggia a Binasco: 5-0
ci sono 0 commenti ci sono state 146 letture
Le Aquile Reali capoliste  si presentano a Binasco affrontando un incontro che ci vede favoriti contro un avversario che si posiziona a metà classifica, ma da prendere comunque con le molle perché il Binasco schiera giocatori ostici e dal gioco atipico, dai puntinati Laus e Tagliareni al più tradizionale attaccante Maggioni.

Il capitano Bocchi elabora la formazione cercando di accoppiare subito Mortola, con l'attaccante Maggioni, e così avviene, nonostante gli avversari scambino Laus, schierato n.1, con Tagliareni rispetto alla formazione abituale. Maggioni si rivela giocatore piuttosto attento, poco falloso, che non soffre particolarmente gli effetti di Stefano, ed attende la palla giusta da attaccare, per cui ci si trova sull'1-1, dopodiché il Cobra inizia a stritolare la preda, avvolgendola nelle sue spire formate da acrobazie (rischiando anche di travolgere trave e quadro svedese colpevolmente lasciati non protetti da transenne) e tagli, portando così Maggioni a perdere di lucidità ed effettuare scelte meno ragionate, e a dover infine soccombere per 3-1.

Il secondo incontro vede Davide Ratto contro Laus, il nostro attaccante pare in gran spolvero, non soffre particolarmente il puntino dell'avversario, che quando può cerca di spingere sul rovescio, e si aggiudica agevolmente l'incontro in tre set abbastanza rapidi: 2-0 Aquile.

Il terzo incontro vede Rovelli affrontare l'ostico Tagliareni, giocatore che utilizza un puntino lungo ma spesso gira la racchetta e blocca spinto con la liscia. Giuseppe parte un po' contratto, tenendo l'avversario sul palleggio, regala il primo set da 10-8 con un servizio sbagliato, poi acquista sempre maggiore sicurezza, alternando i palleggi con le sue schiacciate improvvise, e soprattutto limitando al massimo gli attacchi dell'avversario: l'incontro è equilibrato fino alla fine, con tre set ai vantaggi, ma Giuseppe riesce a spuntarla per 3-1. Ottimo risultato, 3-0 Aquile.

Seconda rotazione: dopo un breve consulto, giunge il momento tanto atteso (dal diretto interessato) dell'esordio stagionale del capitano Bocchi, in via di guarigione dai problemi al polso. Rischioso far uscire il n.1 Stefano (giunto a 16 successi consecutivi), ma il punteggio favorevole e la fiducia nelle capacità dei compagni verranno ripagati: Paolo non ha problemi ad affrontare un puntino lungo, e contro Laus riesce ad esprimere al meglio il proprio gioco, aspettando sempre la palla giusta da attaccare (spesso già in terza palla dopo servizio lungo tagliato sul puntino) e non consentendo all'avversario di spingere col proprio puntino: 3-0 rapido, e 4-0 Aquile. Una vera liberazione!

Spetta ora a Rovelli affrontare Maggioni per chiudere, un incontro che si preannuncia equilibrato, ma Giuseppe ritorna lo schiacciasassi che tutti conosciamo, gioca finalmente sciolto, attacchi secchi e tagli velenosi mandano in crisi l'avversario, e dopo un primo set ai vantaggi, domina letteralmente gli altri due, vinti entrambi a 4.
Cappotto Aquile!

La corsa continua, ora ci attendono le sfide contro le due squadre più forti del girone, a partire da sabato contro l'Arengario di Buccheri, ma la ritrovata forma di Rovelli ed il recupero di Bocchi, che si aggiungono allo stato di forma strepitosa di Mortola e alla tecnica di Ratto, ci consentono di affrontare la sfida nel modo migliore possibile.

Forza Aquile!

paul