19/01/2020

D1 gir.E: La forza della squadra
ci sono 0 commenti ci sono state 94 letture

Roger Federer si presentò ai nastri di partenza de Torneo di Wimbledon 2010 come l’uomo da battere. Aveva un record di 7 finali consecutive (vincendone 6), 29 anni e numero 1 del mondo, tutto lasciava presagire l’ennesima finale e la possibilità di eguagliare il mitico Pete Sampras in termini di vittorie (7).

Invece, Tomáš Berdych, gli diede una lezione nei quarti di finale (3-1) e lo rispedì a casa prima del previsto. Tutti gridarono alla fine della carriera di Roger, accusandolo di essersi imborghesito ed aver snobbato l’avversario. Federer, negli anni successivi, ha risposto sul campo a quella sconfitta: è tornato più forte di prima e ha disputato altre 5 finali (vincendone 2 e stabilendo il nuovo record di vittorie del Torneo) sull’erba più verde del mondo. E’ uno dei più grandi campioni di Tennis di tutti i tempi, criticarlo o rinfacciargli una sconfitta è un delitto sportivo.

Nel frizzante pomeriggio Vigevanese, Mr. Pier Offredi ha subito la prima sconfitta della stagione in Campionato, una sconfitta meritata e maturata con l’onore delle armi. Non poteva farci nulla, ha giocato contro un avversario che ha strameritato. Il giovane Gatti ha un grande potenziale e, soprattutto, unisce alla tecnica delle doti non proprio comuni: è un giovane tranquillo, educato e rispettoso di avversari e compagni. Pier ha scelto il migliore con cui perdere.

Esattamente come Federer, il Capitano Pier è subito rinato e nel Torneo Open Fitet di Cernusco ha messo in fila tutti gli avversari cedendo in finale a Leto ma guadagnandosi il titolo di vincitore morale. Eterno.

Il 2020 inizia però all’insegna della forza della squadra: le Aquile sbancano il difficile campo del Vigevano grazie ad una prova maiuscola di Tiger Woods Leuci (che vince di carattere contro Gatti al 5° set), un ritrovato Meduri (che vendica senza patemi la sconfitta dell’andata contro il mancino Corradi) e la conferma di Bianchini (che regola il nuovo giovane talento della squadra avversaria).

Il 6-1 finale è un chiaro segnale agli avversari: Mr. Offredi è una certezza, Francesco non perde dalla prima giornata, “Godot” Meduri sta tornando , Bianchini e Sozzi ci sono.

Sono tutti avvisati.

vince