07/10/2019

D2 gir.F: Don Bosco Arese A - Aquile Gaudenti 3-4
ci sono 0 commenti ci sono state 61 letture

Ci siamo. E’ il primo weekend di ottobre e, con le ferie estive ormai lontane, per gli appassionati sportivi non si tratta di un weekend come gli altri: è il giorno della ripartenza del campionato di tennistavolo. E l’attesa per Inter – Juve sembra quasi solo un contorno rispetto al vero evento che catalizza l’attenzione.

I Gaudenti si ritrovano immutati anche dopo il mercato estivo: CapitanMax alla guida della squadra, Enrico, Max, Marco pronti fin da subito e Navid momentaneamente fermo ai box causa qualche disguido nel tesseramento. La prima partita vede gli aquilotti impegnati ad Arese, contro una formazione già affrontata lo scorso anno, ma che si presenta totalmente diversa: Cardinale, Accolla, Egidio e Broggi a disposizione.

I gaudenti si presentano ad Arese belli come il sole grazie alle nuove maglie societarie. Eleganti, comode e raffinate, sfoggiano anche il restyling del logo, giusto mix di tradizione e innovazione. Ma per puntare alla milano fashion week ci saranno altre occasioni, oggi conta solo vincere!

Nuove maglie e nuovo format di un campionato che si apre all’insegna delle novità: sette incontri anziché nove a scardinare meccanismi ed abitudini ormai consolidate.  Si comincia dal doppio: con 4 aquilotti a referto, la matematica afferma che ci sono 6 coppie possibili da schierare. Di queste, quante ne avranno provate gli aquilotti negli ultimi mesi? Tutte e 6? Beh dai..c’è stato poco tempo dopo le ferie..5? 4??? La risposta è UNA: UNA sola coppia, per UNA sola volta.  

Si decide quindi di schierare nel primo incontro CapitanMax ed Enrico, opposti a Cardinale ed Egidio. Si capisce subito che è una partita complicata. L’affiatamento tra i due aquilotti è quello che è: l’alternanza attacco / difesa tra Enrico e CapitanMax forse non funziona benissimo. Gli aquilotti lottano in tutti i set arrivando ai vantaggi nel secondo, ma l’impressione è che la partita sia segnata. 3-0 Cardinale ed Egidio ed 1-0 Arese.

Tocca a Max cercare di rimettere le cose a posto contro Cardinale. L’inizio non è dei migliori con Max che cede il primo parziale a 5. Ma le cose cambiano in fretta: Max ritrova il suo gioco così come lo avevamo lasciato l’anno scorso, con difese arcigne di puntino e schiacciate secche di dritto appena la palla si alza. Restituisce il favore all’avversario lasciandolo a 5 nel secondo parziale, ed il terzo set è probabilmente quello decisivo. Max arriva a giocarsi il set point, ma sbaglia un attacco e cede ai vantaggi. Nulla è perso, ma Cardinale comunque gioca bene ed ha esperienza sufficiente per portare a casa anche il quarto parziale. 2-0 Arese.

Entra in campo Enrico contro Accolla. L’aquilotto ha voglia dopo la pausa estiva, e scarica tutta la sua energia dominando il primo parziale in cui l’avversario raccoglie un solo punto. E’ il classico gioco di Enrico, con servizi velenosi e top arrotati ad aprire il campo. Nel secondo parziale c’è maggior lotta, ma Enrico è superiore tecnicamente e la panchina è sufficientemente tranquilla nonostante l’aquilotto perda il secondo set ai vantaggi. Infatti nel terzo e quarto si ritorna sul giusto binario con Enrico che chiude a 4 e a 7. 2-1 Arese.

Tocca a Marco provare a portare il punto del pareggio contro Egidio.  Marco teme i servizi dell’avversario, ma al tempo stesso con i suoi servizi riesce ad impostare il gioco come vuole lui, con scambi rapidi ed angolati. Mette a segno pure 2 aces servendo veloce sul dritto avversario (eppure i libri del ping pong dicono non si dovrebbe mai fare..chissà se Marco li ha letti..) e porta a casa l’incontro in 3 parziali, dando sempre l’impressione di essere in controllo. 2-2.

Torna subito in campo Enrico contro Cardinale. E’ una partita fondamentale, ma Cardinale è sicuramente in buona forma. Enrico spinge, arrota, toppa, ma Cardinale non molla un colpo e si porta in vantaggio. Vince il primo ed il secondo, mentre nel terzo Enrico sembra trovare un po' la quadra del gioco abbassando il numero degli errori. Sul 2-1 la panchina spera nella rimonta, ma Cardinale blocca sul nascere ogni speranza, chiudendo a 5 il quarto parziale. 3-2 Arese. Gli aquilotti sono con le spalle al muro.

Tocca a Max contro Egidio. E’ una partita molto meno lottata del previsto con Max che prende da subito un netto vantaggio. Egidio non riesce a controbattere il puntino di Max e le schiacciate dell’aquilotto sono sempre puntuali e precise. 11-7, 11-7, 11-6 in una partita che permette agli aquilotti di raggiungere il pareggio senza quasi neanche soffrire. 3-3.

E’ la settima partita, ed è già quella decisiva quindi. Bisognerà abituarcisi.. Tocca a Marco contro Broggi che subentra al posto di Accolla. Broggi spinge ed attacca, ma ha un tasso di errore un po' troppo elevato. Marco quindi, anche se non riesce a dominare sulla diagonale di rovescio, si limita ad attendere gli errori dell’avversario chiudendo solo su palle in sicurezza. L’aquilotto vince i primi due parziali e si porta sul 10-7 nel terzo: 3 match point con 2 servizi a disposizione. Qui si teme il peggio con Marco che spreca i match point e perde ai vantaggi. Fortunatamente l’aquilotto non perde la testa e si rimette nel quarto a portare avanti il suo gioco, con Broggi che chiude punti appariscenti ma spesso commette errori. 11-6 per Marco e 3-1 per l’aquilotto. 4-3 Aquile!

E’ una prima vittoria molto importante che permette di iniziare la stagione con slancio. Il girone sembra sicuramente complesso, ed è quindi difficile porre obiettivi. Ma gli aquilotti possono stupirci, anche perché si spesa di poter schierare il più presto possibile Navid (presente ad Arese a tifare) e si conta di trovare qualche combinazione efficace nel doppio. Con Nadia e Donatella sempre al seguito a tifare, i risultati e le soddisfazioni poi non possono mancare! Ed ora pronti per l’esordio casalingo di sabato prossimo, contro forse la squadra più attrezzata del girone.

Forza Aquile

Marco