25/02/2019

La D1 espugna Vigevano dopo lunga lotta: ancora 5-4!
ci sono 0 commenti ci sono state 31 letture

Importantissima vittoria in chiave salvezza per il Big Team di D1, che espugna Vigevano dopo un’epica lotta, al nono incontro come spesso accade quest’anno (tutte le tre vittorie conquistate dagli Aquilotti sono arrise col punteggio di 5-4).

Il Monse vigevano, squadra dei quartieri alti della classifica, si presenta con Montanari, Vaona e Bernardo, assente Caforio, e questa è un’occasione che va sicuramente sfruttata.

Per le Aquile innesto di Mortola con Rovelli e Roberto Xu, il sottoscritto si accomoda in panca (si fa per dire, ci sono solo sedie) ancora convalescente, e si immerge nei panni di sostenitore-coach.

I conti sono presto fatti: strappare punti a Montanari è mission impossible, per cui risulta necessario non cedere più di un punto ai suoi compagni.

L’inizio non è dei più rassicuranti: Mortola va subito sotto 7-0 con Vaona, poi però inizia  a macinare il suo gioco, recupera e riesce a conquistare il set 13-11: da qui è un monologo di Stefano, 3-0 e primo punti in cascina.

La partita Rovelli-Bernardo sembra la fotocopia di quella dell’andata: Giuseppe va sotto 2-0 faticando a svolgere il proprio gioco (anche se si trovava in vantaggio in entrambi i set), poi recupera abbastanza agevolmente sul 2-2 e si va al quinto. Qui però l’inizio è raggelante, 6-1 Bernardo con Giuseppe irriconoscibile. Il sottoscritto chiama un provvidenziale timeout, Giuseppe si scuote e con un parziale di 10-1 vince set 11-7 e incontro. 2-0 Aquile.

Niente da fare per Roberto contro Montanari, dotato di puntino sul dritto e antitop sul rovescio: Roberto gioca uno spettacolare secondo set, nel quale con attacchi devastanti si porta sul 10-6, ma non mantiene la lucidità per chiudere, e nel terzo paga lo sforzo: 3-0 Montanari.

Nessun problema invece per Rovelli contro Vaona: 3-0 come all’andata e Aquile che si portano sul 3-1.

Neanche Stefano riesce ad opporsi validamente a Montanari, che sa giocare con pazienza ed attaccare le palle giuste, 3-0 piuttosto rapido e 3-2 Aquile.

Spettacolare la vittoria di Roberto su Bernardo, 3 set costellati di attacchi decisivi, bravo anche su seconda palla, e 4-2 Aquile.

Solito monologo di Montanari, che con Giuseppe completa il suo il percorso netto (neanche un set perso) e riporta il Monse sul 3-4.

Qui si gioca la battaglia piè epica della giornata, basti il punteggio finale per descriverla: 11-9 10-12 11-9 10-12 11-9 ! Roberto soffre il puntino di Vaona, che lo utilizza anche per schiacciare, ma controbatte con i suoi soliti attacchi. Sotto 2-1, nel quarto set vede il baratro spalancarsi (5-10), ma qui ha un colpo di coda e realizza ben 7 punti consecutivi portandosi al quinto. Il punteggio va sul 10-7 Vaona, Roberto arriva al 10-9, ma poi sbaglia un attacco per lui facile, e consegna l’incontro all’avversario, che ha tremato no poco anche nel finale… 4-4, e sarà decisivo l’ultimo incontro.

Le caratteristiche di Stefano dovrebbero dare molto fastidio al gioco di Bernardo, abituato a giocare d’anticipo, e infatti l’incontro si consuma con un rapido 3-0 per il nostro. Apoteosi finale e 5-4 Aquile.

Come si diceva, la vittoria è molto importante perché ci permette di staccare il Turbigo e di agganciare l’Arese a 6 punti (quinto posto pari merito), contro di loro e contro il Trezzano di Vizzini ci giocheremo gran parte delle nostre carte di salvezza.

L’innesto di Stefano si è rivelato determinante in questa vittoria, ed importante in chiave di prosecuzione del campionato con una compagine più completa.

Forza Aquile!


paul