23/12/2018

D2 gir.I: Urania B - Young Eagles 2-5
ci sono 0 commenti ci sono state 96 letture
Le Young Eagles passano indenni sull'ostico campo dell'Urania e mantengono il primo posto in classifica, a pari punti con l’Unicredit, già sconfitta nello scontro diretto.

CRONACA
La partita con l'Urania è costata cara al tutor Pier Offredi e il negativo (-93!) con l'ottimo Foti (ben guidato dal coach De Luca) è il male minore. La fastidiosa febbriciattola non ha impedito a Offredi di disputare l'incontro (anche perchè nessun altro in squadra ha la patente...), ma tornato a casa il vecchio capitano è crollato definitivamente, si è messo a letto e si è alzato solo dopo un paio di giorni  per recuperare il lavoro perso (il lato positivo è che ha avuto un alibi per evitarsi la consueta corsa ai regali natalizi...).
Il malessere non è una scusante per la sconfitta con Foti, che ha un gioco comunque ostico, non soffre minimamente il puntino e tiene sempre in campo la palla: vedremo al ritorno quanto ha inciso l'influenza.
Fortunatamente gli altri aquilotti erano perfettamente sani e pimpanti! Bianchini ha superato in recupero Borruso (perdeva 2-0 e ha vinto gli altri 3 set 11-9, con un positivo da 151 punti) e ha battuto 3-1 il sempre solido Belloni (positivo da 156 punti), mentre Sozzi, dopo essere stato asfaltato da Belloni (negativo da 7 punti), ha vendicato Offredi battendo 3-1 Foti (positivo da 122 punti).
Offredi ha quindi raccattato le ultime energie per superare 3-1 Paolini (subentrato a Borruso) e 3-0 Belloni.

Lo stage agonistico delle giovani aquile prevede, oltre ad allenamenti tecnici e fisici specifici, un’analisi dettagliata degli avversari incontrati: i dati raccolti dai 3 stagisti sul campo, coordinati dal tutor, vengono suddivisi in schede utili a tutti coloro che incontreranno in futuro i giocatori analizzati. Consiglio a tutti di fare altrettanto, per migliorare le tattiche di gioco.

SCHEDE AVVERSARI

Domenico Foti, nera liscia Tackiness sul dritto, rossa puntinata corta sul rovescio
Con la nera taglia poco, ma tiene bene il palleggio, con la rossa taglia parecchio, specie i servizi laterali, che vanno sempre attaccati senza forzare.
Attacca raramente e aspetta l'errore del'avversario. Non soffre minimamente il puntino spinto e tagliato.
Gioca bene sul palleggio veloce, mentre è più in difficoltà sugli scambi lenti e sui top scarichi. Bisogna sempre variare i servizi, che legge con difficoltà e attaccarlo con top spin a taglio variabile

Stefano Borruso, puntinata lunga a legno sul rovescio, liscia dura sul dritto
Classico difensore a muretto. Non bisogna mai tagliare, ma dare palle piatte. Non gira mai la racchetta e usa il rovescio anche dalla parte del dritto, per incrociare e spingere le risposte appena la palla viene tagliata: sulle palle lisce è passivo. Abbastanza preciso nelle schiacciate di dritto, che esegue solo su palle alte.  
La strategia di gioco è quella tipica da usare con le puntinate lunghe, spiegata in questo link

Gianni Belloni, gomma liscia sul dritto e antitop sul rovescio
Usa l'antitop in modo attivo per spostare l'avversario e attaccarlo poi di dritto. Non bisogna mai tagliare sull'antitop, ma dare palle lisce 
Gli danno fastidio le battute corte tagliate e in generale le battute molto tagliate.

Marco Paolini, puntinata lunga "elastica" sul rovescio, liscia sul dritto
Usa il puntino solo dal lato del rovescio e spesso in modo attivo, anche se piuttosto falloso.
Tira il topspin solo su palle poco tagliate
Gli danno fastidio le battute molto tagliate.